TRE PIANI

TRE PIANI

di Nanni Moretti
Italia, Francia, 2021 
Drammatico – 119′

con Margherita Buy, Nanni Moretti, Alessandro Sperduti, Riccardo Scamarcio,Elena Lietti, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini, Denise Tantucci, Anna Bonaiuto, Paolo Graziosi, Stefano Dionisi

Soggetto: Eshkol Nevo – (romanzo)
Sceneggiatura: Nanni Moretti, Federica Pontremoli, Valia Santella
Fotografia: Michele D’Attanasio
Distribuzione: 01 Distribution

INFO E ORARI:

MARTEDI’ 19, MERCOLEDì 20 OTTOBRE:  15.30 – 18 – 20.30

GIOVEDI’ 21 OTTOBRE: 15.30 – 18

VENERDI’ 22 OTTOBRE: 20.30

SABATO 23 OTTOBRE: 16.00

DOMENICA 24 OTTOBRE: 18.00

Biglietti:

Intero € 6,50

Ridotto* € 5,50

*over 60, giovani fino ai 26 anni

Martedì 19 il biglietto è al prezzo speciale di 3 euro

SINOSSI

Al primo piano di una palazzina vivono Lucio, Sara e la loro bambina di sette anni, Francesca. Nell’appartamento accanto ci sono Giovanna e Renato, che spesso fanno da babysitter alla bambina. Una sera, Renato, a cui è stata affidata Francesca, scompare con la bambina per molte ore. Quando finalmente i due vengono ritrovati, Lucio teme che a sua figlia sia accaduto qualcosa di terribile. La sua paura si trasforma in una vera e propria ossessione. Al secondo piano vive Monica, alle prese con la prima esperienza di maternitĂ . Suo marito Giorgio è un ingegnere e trascorre lunghi periodi all’estero per lavoro. Monica combatte una silenziosa battaglia contro la solitudine e la paura di diventare un giorno come sua madre, ricoverata in clinica per disturbi mentali. Giorgio capisce che non potrĂ  piĂą allontanarsi da sua moglie e sua figlia. Forse però è troppo tardi. Dora è una giudice, come suo marito Vittorio. Abitano all’ultimo piano insieme al figlio di vent’anni, Andrea. Una notte il ragazzo, ubriaco, investe e uccide una donna. Sconvolto, chiede ai genitori di fargli evitare il carcere. Vittorio pensa che suo figlio debba essere giudicato e condannato per quello che ha fatto. La tensione tra padre e figlio esplode, fino a creare una frattura definitiva tra i due. Vittorio costringe Dora a una scelta dolorosa: o lui o il figlio.