Categorie

UN ANNO, UNA NOTTE

Tratto dal romanzo “Paz, amor y death metal” di Ramón González, che con la fidanzata è realmente sopravvissuto al massacro del Bataclan, il film è il resoconto di ciò che avviene dopo un trauma: l’inevitabile negoziazione tra il ricordo e la realtà, nello spazio e nel tempo di una città ferita.
“Una meraviglia che lascia senza parole” – EFE

ACQUA E ANICE

Opera prima del regista vicentino Corrado Ceron, ACQUA E ANICE è un road movie lungo il passato pieno di successi, ma anche di errori, di Olimpia (Stefania Sandrelli), che è stata molto amata e molto offesa.

CASCO D’ORO

È uno dei più bei film di Becker. Ambientato nella Parigi di fine Ottocento fra lotte di bande rivali e balli popolari, Casco d’oro è la storia di due amanti senza speranza. Il falegname Manda si innamora di Maria, Casco d’oro, già legata a uno scassinatore, Rolando il Bello, ed insidiata dal capobanda Leca. Manda prima uccide in un duello Rolando, poi si fa arrestare per difendere un amico ingiustamente accusato da Leca. Quando però scopre che Leca approfitta del suo imprigionamento per ottenere Maria, fugge dal carcere e lo uccide. È condannato a morte e Maria assiste straziata alla sua esecuzione.

IL COLIBRI’

Il personaggio di Marco Carrera, protagonista del best seller “Il colibrì” di Sandro Veronesi, è la sintesi di una mascolinità fatta di indecisione e attesa, di desiderio di “non far male a nessuno” e dunque di una passività in qualche modo colpevole (e certamente gravata da sensi di colpa).