ITALIA K2 – RIPRESE DI MARIO FANTIN

ITALIA K2 – Riprese di Mario Fantin

Italia, 1954
Documentario – 60′
Edizione restaurata da Cineteca di Bologna
in collaborazione con Centro di Cinematografia
e Cineteca del CAI
e con il sostegno del Ministero della Cultura

Selezione e montaggio di Andrea Meneghelli
Testi di Albino Ferrari
Musica originale di Teo Usuelli
orchestrata e adattata da Daniele Furlati

Distribuzione: Cineteca di Bologna

INFO E ORARI:

SALA ODEON:

LUNEDI’ 7 FEBBRAIO: 20.30

VENERDI’ 11 FEBBRAIO: 20.30 – presentazione e incontro con GIAMPAOLO CASAROTTO, alpinista vicentino

NUOVA SALA LAMPERTICO:

LUNEDi’ 7 FEBBRAIO: 16.30 – 18.30

MARTEDI’ 8 FEBBRAIO: 18.30

MERCOLEDI’ 9 FEBBRAIO: 18.30

MARTEDì 15 FEBBRAIO: 15.30

MERCOLEDì 16 FEBBRAIO: 19.15

GIOVED’ 17 FEBBRAIO: 17.15

I soci di CAI Sezione di Vicenza hanno diritto al biglietto ridotto in occasione di tutte le proiezioni.

Biglietti:

Intero € 6,50 – € 7,50 (solo Ven-Sab-Dom in Nuova Sala Lampertico)

Ridotto* € 5,50 – € 6,50 (solo Ven-Sab-Dom in Nuova Sala Lampertico)

*over 60, giovani fino ai 26 anni

SINOSSI

31 Luglio 1954: una spedizione italo-pakistana riesce a piantare una piccozza sulla vetta del K2 con le bandiere dei due paesi. È la prima volta che la sua cima viene raggiunta dall’uomo. Ma è anche la prima volta che ne vediamo le immagini, perché uno dei membri della spedizione è il cine-operatore Mario Fantin, l’uomo che restituirà agli occhi del mondo le immagini uniche di quell’impresa e di quei paesaggi incontaminati.

Dopo l’anteprima lo scorso luglio al festival Il Cinema Ritrovato, in cui l’Orchestra e il Coro del Teatro Comunale di Bologna, diretti da Timothy Brock, hanno eseguito dal vivo le musiche orchestrate da Daniele Furlati a partire da quelle scritte da Teo Usuelli nel 1954, Italia K2 – Riprese di Mario Fantin sarà nelle sale italiane dal 7 febbraio, grazie al progetto della Cineteca di Bologna Il Cinema Ritrovato. Al cinema, per la distribuzione dei classici restaurati.

“Lavorando al film ci siamo innamorati delle immagini di Mario Fantin, bolognese, di cui nel 2021 è ricorso il centenario” racconta il direttore della Cineteca di Bologna Gian Luca Farinelli. “Il restauro restituisce tutta l’emozione alle immagini girate da Fantin e all’impresa compiuta dagli uomini della spedizione, gli alpinisti e i ricercatori italiani, gli hunza, i pakistani, i portatori baltì. Le immagini sono così potenti che si ha la sensazione di assistere al compimento dell’ultima odissea umana sulla terra. E le riprese ci fanno ritrovare lo sguardo etico di Fantin, capace, in condizioni impossibili, di trovare sempre l’inquadratura giusta, quella che ci racconta lo spirito profondo di quest’avventura, il rapporto tra l’uomo e la natura, la bellezza suprema delle montagne, la sfida umana per superare i propri limiti”.

La Cineteca di Bologna, per gentile concessione del CAI – Club Alpino Italiano, ha realizzato nel 2021 un montaggio, curato da Andrea Meneghelli, a partire dalle riprese di Mario Fantin per il documentario Italia K2, realizzato nel 1955 da Marcello Baldi. I testi delle didascalie che accompagnano il nuovo Italia K2 – Riprese di Mario Fantin sono di Albino Ferrari, la musica originale di Teo Usuelli è stata orchestrata e adattata da Daniele Furlati per gentile concessione di Michele dall’Ongaro.

Il restauro in 4K ha utilizzato il reversal e il negativo colonna originali messi a disposizione dal CAI, integrati, per le porzioni lacunose, da un interpositivo. Come riferimento per il grading ci si è avvalsi di una copia d’epoca 35mm conservata dalla Cineteca di Bologna. Tutte le lavorazioni sono state effettuate presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata.