LOCANDINA A3 AGOSTO 2020 1 per web

 Acquista i BIGLIETTI ONLINE:
https://odeonvicenza.18tickets.it/cinema_sotto_le_stelle

PROGRAMMA di AGOSTO

Sabato 1

IL RICHIAMO DELLA FORESTA di Chris Sanders (Stati Uniti, 2019)

Avventura – 105 min

con Karen Gillan, Harrison Ford, Dan Stevens

Adattamento per il grande schermo del classico di Jack London, è considerato anche come il remake del film del 1935 con Clark Gable. Anche stavolta il ruolo di John Thornton è più rilevante che nel romanzo originale anche se, a differenza del '35, la storia dell'arrivo di Buck nello Yukon è raccontata e fedelmente ripresa dal libro. Tuttavia, gran parte della trama ruota più attorno al rapporto tra l'uomo e Buck che non al solo cane, trasformando di fatto il testo di London nella base di quello che è a tutti gli effetti un buddy movie uomo-animale che non disdegna l'inserimento di una pennellata di tenerezza qua e là.

Domenica 2

L'AMORE A DOMICILIO di Emiliano Corapi (Italia, 2019)

Commedia – 90 min

con Miriam Leone, Simone Liberati, Fabrizio Rongione

Sentimentalmente pavido, Renato si è sempre tenuto lontano da relazioni che lo coinvolgessero davvero. Ma quando scopre che Anna, conosciuta per caso, è reclusa agli arresti domiciliari, decide di lasciarsi andare ai sentimenti sempre temuti. In quella casa, dove è l’unico uomo, è convinto di poter controllare la situazione. In amore, però, non esistono vie sicure e ben presto la situazione si complica…

Lunedì 3

LITTLE FOREST di Soon-rye Yim (Corea del Sud, 2018)

Drammatico – 86 min

con Tae-ri Kim, So-Ri Moon, Jun-yeol Ryu

Tratto da un manga giapponese, ma adattato allo stile narrativo sudcoreano, Little Forest racconta (anzi: dipinge) con sorprendente delicatezza la storia di una fuga e di una rinascita. La fuga e la rinascita della giovane Hye-won, in crisi professionale e sentimentale, che abbandona la frenesia della metropoli per imparare la lentezza della vita rurale. I codici e i segreti dell’essenzialità. Little Forest è uno sperduto villaggio dove le radici (emotive) dell’infanzia corrispondo alle radici (fisiche) della terra. Little Forest è una piccola cucina dove i nudi frutti dell’orto diventano golose ricette conviviali. Abbiamo bisogno di tanto altro, per essere felici?

Martedì 4

GLI ANNI AMARI di Andrea Adriatico (Italia, 2019)

Biografico – 112 min

con Nicola Di Benedetto, Sandra Ceccarelli, Antonio Catania

Il film ripercorre la vita e i luoghi di Mario Mieli, tra i fondatori del movimento omosessuale nostrano nei primi anni 70. Nato nel 1952 a Milano e morto suicida nel 1983, Mario fu attivista, intellettuale, scrittore, performer, provocatore, ma soprattutto pensatore e innovatore dimenticato. La pellicola ne segue i passi a partire dall’adolescenza, la gioventù e la vita notturna sfrenata. Il viaggio a Londra e l’incontro fondamentale con l’attivismo del Gay Revolution Front. Il ritorno in patria e l’adesione al “Fuori!”, prima associazione del movimento di liberazione omosessuale italiano, la popolarità mediatica ma anche le turbe mentali...

Mercoledì 5

PARASITE di Bong Joon-ho (Corea del Sud, 2019)

Drammatico – 132 min

con Song Kang-ho, Sun-kyun Lee, Yeo-jeong Jo

I quattro membri della famiglia di Ki-taek sono molto uniti, ma anche molto disoccupati. La speranza di un’entrata regolare si accende quando il figlio, Ki-woo, viene raccomandato da un amico, studente in una prestigiosa università, per un lavoro ben pagato come insegnante privato. Con sulle spalle il peso delle aspettative di tutta la famiglia, Ki-woo si presenta al colloquio dai Park. Arrivato a casa del signor Park, proprietario di una multinazionale informatica, Ki-woo incontra la bella figlia Yeon-kyo. Ma dopo il primo incontro fra le due famiglie, una serie inarrestabile di disavventure e incidenti giace in agguato.

Giovedì 6

INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO di Elio Petri (Italia, 1970)

Grottesco, Thriller – 112 min

con Gian Maria Volonté, Florinda Bolkan, Gianni Santuccio

Nel giorno della promozione all’ufficio politico, l’ispettore capo della squadra omicidi (Gian Maria Volontè) uccide, in un gioco erotico, l’amante Augusta Terzi (Florinda Bolkan) e si prodiga a seminare ovunque le tracce della propria colpevolezza. Vuole infatti dimostrare di essere, in quanto rappresentante del potere, al di sopra di ogni sospetto. Oscar come Miglior Film Straniero nel 1971 e Nastro d’Argento a Gian Maria Volontè. A 50 anni dal debutto in sala, il film è proposto in omaggio alla straordinaria colonna sonora firmata da Ennio Morricone.


Venerdì 7

EMMA di Autumn de Wilde (Stati Uniti, 2020)

Commedia - 124 min

con Anya Taylor-Joy, Bill Nighy, Callum Turner

L'amatissima commedia di Jane Austen, sulla ricerca della persona giusta e del lieto fine, viene reinventata in questo delizioso nuovo adattamento cinematografico di Emma, bella, intelligente e ricca. Emma Woodhouse è un'ape regina irrequieta e senza rivali nella sua tranquilla cittadina. In questa scintillante satira di classe sociale e nella crisi del divenire adulta, Emma si avventurerà in relazioni sbagliate e passi falsi romantici per trovare l'amore che invece è sempre stato davanti a lei.

Sabato 8

PICCOLE DONNE di Greta Gerwig (Stati Uniti, 2019)

Drammatico – 135 min

con Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh

La scrittrice e regista Greta Gerwig ha realizzato il film di Piccole Donne basandosi sia sul romanzo di Louisa May Alcott che sui suoi scritti, ripercorrendo avanti e indietro nel tempo la vita dell’alter ego dell’autrice, Jo March. Per la Gerwig, la tanto amata storia delle sorelle March – quattro giovani donne ognuna determinata a inseguire i propri sogni – è al tempo stesso intramontabile e attuale. Jo, Meg, Amy e Beth March, nel film sono interpretate da Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, ed Eliza Scanlen, con Timothee Chalamet nei panni del loro vicino Laurie, Laura Dern in quelli di Marmee, e Meryl Streep, zia March.

Domenica 9

IL GRANDE PASSO di Antonio Padovan (Italia, 2019)

Commedia – 96 min

con Stefano Fresi, Giuseppe Battiston, Flavio Bucci

Da quando a sei anni, Dario Cavalieri ha visto in diretta le immagini dello sbarco dell’uomo sulla Luna, non ha mai smesso di volerci andare. Mario Cavalieri gestisce con la madre una sonnolenta ferramenta di quartiere a Roma, fino al giorno in cui la sua svogliatissima esistenza viene sconvolta. Suo fratello Dario ha causato un incendio ed è finito in prigione. Mario si ritrova ad essere l’unico parente che può occuparsi di quel fratello che ha visto una sola volta in vita sua. Mario esita, riflette, dubita, poi decide di partire verso il nord. I due fratelli, tanto simili fisicamente quanto differenti caratterialmente, si ritroveranno soli di fronte a un'impresa impossibile.

Lunedì 10

THE GANGSTER, THE COP, THE DEVIL di Lee Won-tae (Corea del Sud, 2019)

Drammatico – 109 min

con Ma Dong-Seok, Kim Sung-Kyung, Mu-Yeol Kim

Le vie dell’action-thriller sono infinite, o quasi, e il cinema sudcoreano le sa percorrere a occhi chiusi. Dal punto di vista delle strutture narrative e, naturalmente, dal punto di vista stilistico. The Gangster, The Cop, The Devil, però, non si accontenta e moltiplica tutto per tre: l’elemento crime, l’elemento poliziesco, l’elemento noir. Più che l’ennesima variazione sul tema, un appassionante – e divertente! – virtuosismo pop. La storia di un’alleanza spericolata tra uno sbirro e un bandito, impegnati a costruire una tregua per neutralizzare un serial killer. Chi sono i buoni e chi sono i cattivi?

Martedì 11

NEL NOME DELLA TERRA di Edouard Bergeon (Francia, 2019)

Drammatico – 103 min

con Guillaume Canet, Veerle Baetens, Anthony Bajon

Pierre ha 25 anni. Torna dal Wyoming per trovare Claire, la sua fidanzata, e per gestire la fattoria di famiglia. Venti anni dopo, la fattoria si espande, così come la famiglia. Tutto sembra andare per il meglio, almeno all’inizio. Pierre è sommerso dai debiti che si accumulano e non riesce a sostenere i ritmi di lavoro in campagna. L’uomo è esausto e nonostante l’amore di sua moglie e dei suoi figli, le difficoltà, anche personali, aumentano.

Mercoledì 12

LA SFIDA DELLE MOGLI di Peter Cattaneo (Regno Unito, 2019)

Commedia – 110 min

con Sharon Horgan, Kristin Scott Thomas, Teresa Mahoney

La vita per la moglie di un militare al fronte può essere molto difficile, ma non per Kate (Kristin Scott Thomas), che affronta lo stress e la monotonia della sua condizione con grazia e perseveranza. Kate infatti trova la sua libertà espressiva nel canto, al punto da riuscire a convincere un gruppo di mogli nella sua stessa condizione a formare un coro: il Military Wives Choir che avrà un grande e inaspettato successo. Peter Cattaneo (Full Monty - Squattrinati Organizzati) torna con una commedia divertente e ispirata per raccontare un’emozionante storia di vita vissuta.

Giovedì 13

LA GOMERA – L'ISOLA DEI FISCHI di Corneliu Porumboiu (Romania, Francia, Germania, 2019)

Drammatico – 97 min

con Vlad Ivanov, Catrinel Marlon, Rodica Lazar

Cristi, un ispettore di polizia di Bucarest, s’imbarca per l’isola di La Gomera, nelle Canarie, per imparare in fretta il Silbo, un linguaggio fischiato che i contadini del luogo utilizzavano per parlarsi da un luogo isolato all’altro. Ma il poliziotto è determinato a utilizzare quel codice per ben altro scopo: liberare un mafioso rumeno dalla prigione ed entrare in possesso di un’ingente somma di soldi sporchi. Uno sbirro corrotto, una manciata di milioni, una superiore algida e rossa di capelli, che sospetta di Cristi e non vede l’ora di entrare nella truffa per avere la sua parte, un criminale da favorire e una femme fatale fatta apposta per scombinare tutti i piani.

Venerdì 14

DOPPIO SOSPETTO di Olivier Masset-Depasse (Francia, Belgio 2018)

Thriller - 97 min

con Veerle Baetens, Anne Coesens, Mehdi Nebbou

Alice e Céline abitano in due villette a schiera collegate e sono migliori amiche, praticamente sorelle. Come le loro case, anche le loro famiglie sono speculari. Fino al giorno in cui Alice non assiste, impotente, alla morte del figlio di Céline, precipitato dalla finestra della sua camera. Accecata dal dolore, Céline rimprovera inizialmente all’amica di non aver fatto tutto il possibile per salvarlo, salvo poi scusarsi e cercare sempre di più la sua compagnia e quella del suo bambino. Ma accadono fatti strani e inquietanti e Alice non sa più a chi credere.

Vincitore di ben 7 Premi Magritte, un noir magnifico degno del miglior Hitchcock.

Sabato 15

VOLEVO NASCONDERMI di Giorgio Diritti (Italia, 2020)

Biografico – 120 min

con Elio Germano, Oliver Ewy, Leonardo Carrozzo

Antonio Ligabue, Toni, figlio di una emigrante italiana, respinto in Italia dalla Svizzera dove ha trascorso un’infanzia e un’adolescenza difficili, vive per anni in una capanna sul fiume senza mai cedere alla solitudine, al freddo e alla fame. L’incontro con lo scultore Mazzacurati è l’occasione per riavvicinarsi alla pittura. Diventerà l'artista immaginifico che dipinge il suo mondo fantastico di tigri, gorilla e giaguari dalle sponde del Po. Rinchiuso in manicomio. anche lì in breve riprende a dipingere. Più di tutti, Toni dipinge se stesso, come a confermare il suo desiderio di esistere al di là dei tanti rifiuti subiti. L’uscita dall’Ospedale psichiatrico è il punto di svolta per un riscatto e un riconoscimento pubblico del suo talento.

Domenica 16

HAMMAMET di Gianni Amelio (Italia, 2020)

Biografico, Drammatico – 126 min

con Pierfrancesco Favino, Livia Rossi, Luca Filippi

Sono passati vent’anni dalla morte di uno dei leader più discussi del Novecento italiano, e il suo nome, che una volta riempiva le cronache, è chiuso oggi in un silenzio assordante. Fa paura, scava dentro memorie oscure, viene rimosso senza appello. Basato su testimonianze reali, il film non vuole essere una cronaca fedele né un pamphlet militante. L’immaginazione può tradire i fatti “realmente accaduti” ma non la verità. La narrazione ha l’andamento di un thriller, si sviluppa su tre caratteri principali: il re caduto, la figlia che lotta per lui, e un terzo personaggio, un ragazzo misterioso, che si introduce nel loro mondo e cerca di scardinarlo dall’interno.

Lunedì 17

LETIZIA BATTAGLIA: SHOOTING THE MAFIA di Kim Longinotto (Irlanda, Stati Uniti, 2019)

Documentario – 94 min

con Letizia Battaglia

Un ritratto personale e intimo su Letizia Battaglia, fotografa palermitana e fotoreporter per il quotidiano L’Ora. Una vita vissuta senza schemi: dalla fotografia di strada, per documentare i morti di mafia, all’impegno in politica, Letizia Battaglia è stata una figura fondamentale nella Palermo e nell’Italia tra gli anni Settanta e Novanta. Intrecciando interviste e testimonianze d’archivio, Kim Longinotto racconta la vita di un’artista passionale e coraggiosa, mostrando non solo un’esistenza straordinaria e anticonformista, ma anche uno spaccato di storia italiana. In cerca di una libertà che passa per il sogno di una Sicilia sciolta dalle catene della mafia.

Martedì 18

IN VIAGGIO VERSO UN SOGNO – THE PEANUT BUTTER FALCON di Tyler Nilson e Michael Schwartz (Stati Uniti, 2019)

Commedia – 97 min

con Shia LaBeouf, Dakota Johnson, Zack Gottsagen

Zak (Zack Gottsagen), un giovane ragazzo con la sindrome di Down, scappa dalla casa di cura dove vive per inseguire il sogno di allenarsi con il suo eroe e diventare un wrestler professionista. In un’imprevista svolta del destino, la strada di Zak s’incrocia con quella di Tyler (Shia LaBeouf), un burbero fuorilegge in fuga. Tra i due nascerà un’amicizia così forte da riuscire persino a convincere Eleanor (Dakota Johnson), amorevole ma determinata tutrice di Zak, a unirsi al loro viaggio verso la Florida. Un’avventura moderna in stile Mark Twain per sognare senza limiti.

Mercoledì 19

MONOS – UN GIOCO DA RAGAZZI di Alejandro Landes (Argentina, Colombia, Germania, Olanda, Svezia, 2019)

Thriller – 102 min

con Julianne Nicholson, Moises Arias, Julián Giraldo

Otto adolescenti isolati dal mondo, nel bel mezzo dell’America Latina, tra le montagne e le foreste, si allenano e combattono. A prima vista potrebbe sembrare un campo estivo, un bizzarro ritrovo di ragazzi che giocano a fare i soldati. Invece si tratta dello scenario iniziale di una missione delicatissima: gli otto adolescenti hanno con sé una prigioniera, una donna americana che chiamano semplicemente “la Dottoressa”. Il loro compito è proteggerla. Quando la Dottoressa fugge l’equilibrio del gruppo si sgretola e la missione più importante diventa la sopravvivenza. Acclamato da registi del calibro di Del Toro e Iñárritu, il film ha trionfato al London Film Festival 2019, vincendo come Miglior Film.

Giovedì 20

LITTLE JOE di Jessica Hausner (Austria, 2019)

Drammatico – 97 min

con Emily Beecham, Ben Whishaw, Kit Connor

Alice lavora in un laboratorio botanico dove con alcuni colleghi ha creato un nuovo fiore bellissimo alla vista e dalle notevoli qualità terapeutiche. Preoccupata per il suo rapporto con il figlio adolescente Joe, Alice porta a casa uno dei fiori e gli da il nome di Little Joe. Poco alla volta l'umore del ragazzino muta in maniera inquietante, e così quello dei colleghi di Alice, che si convince sempre più che Little Joe sia in grado di manipolare la mente umana. Premio come Miglior Attrice a Cannes 2019 per Emily Beecham.

Venerdì 21

IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE di Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte. (Francia, 2019)

Commedia - 117 min

con Martina García, Fabrice Luchini, Patrick Bruel

Arthur e César sono grandi amici da lungo tempo. Arthur lavora come ricercatore nel campo della medicina, è un uomo molto organizzato e attento che ogni norma venga rispettata. César, invece, è l'esatto opposto: ha un carattere un po' arrogante, è trasgressivo e spericolato. Anche le vite sentimentali dei due amici sono agli estremi. Arthur ha una figlia, ma è divorziato e spera ancora che sua moglie torni un giorno a casa; mentre César passa da un'avventura di una notte all'altra, senza mai legarsi davvero a nessuna donna. Per un caso del destino, Arthur viene a sapere che il suo amico è gravemente malato e, dall'altra parte, anche César scopre che l'altro è prossimo a passar a miglior vita...

Sabato 22

FROZEN 2 – IL SEGRETO DI ARENDELLE di Chris Buck e Jennifer Lee (Stati Uniti, 2019)

Animazione – 103 min

con le voci di Serena Autieri, Serena Rossi, Enrico Brignano

Elsa, Anna, Kristoff, Olaf e Sven devono affrontare una nuova sfida che li metterà sulle tracce di un incredibile segreto da svelare. Sono trascorsi 3 anni dagli eventi di Frozen - Il Regno di Ghiaccio e Arendelle sembra aver ritrovato la pace. Elsa ha ormai imparato a governare i suoi straordinari poteri, mentre Anna è felice di aver trovato in Kristoff l'amore che tanto sognava. Tuttavia, la tranquillità del regno è destinata a essere turbata da una nuova minaccia proveniente dal passato.

Domenica 23

GLI ANNI PIU’ BELLI di Gabriele Muccino (Italia, 2020)

Commedia – 129 min

con Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti

La storia di quattro amici Giulio (Favino), Gemma (Ramazzotti), Paolo, (Rossi Stuart), Riccardo (Santamaria), raccontata nell’arco di quarant’anni, dal 1980 ad oggi, dall’adolescenza all’età adulta. Le loro speranze, le loro delusioni, i loro successi e fallimenti sono l’intreccio di una grande storia di amicizia e amore attraverso cui si raccontano anche l’Italia e gli italiani. Un grande affresco che racconta chi siamo, da dove veniamo e anche dove andranno e chi saranno i nostri figli. È il grande cerchio della vita che si ripete con le stesse dinamiche nonostante sullo sfondo scorrano anni e anche epoche differenti.

Lunedì 24

ALLA MIA PICCOLA SAMA di Waad Al-Khateab, Edward Watts (Regno Unito, 2019)

Documentario – 100 min

con Waad Al-Khateab

Alla mia piccola Sama è un viaggio intimo nell’esperienza femminile della guerra, una lettera d’amore di una giovane madre a sua figlia. Il film racconta la storia di Waad al-Kateab attraverso gli anni della rivolta di Aleppo, in Siria, quando si innamora, si sposa e dà alla luce Sama, il tutto mentre intorno esplode il conflitto. La sua camera raccoglie storie incredibili di perdita, risate e sopravvivenza mentre Waad si chiede se fuggire o meno dalla città per proteggere la vita di sua figlia, se abbandonare la lotta per la libertà per la quale ha già sacrificato così tanto. Nominato ai Premi Oscar, il documentario ha vinto numerosi premi ai principali festival nel mondo.

Martedì 25

18 REGALI di Francesco Amato (Italia, 2019)

Drammatico – 115 min

con Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli, Edoardo Leo

Ispirato alla straordinaria storia di Elisa Girotto, la donna che ha commosso il mondo lasciando 18 regali per i futuri compleanni della figlia quando ha scoperto di avere poco tempo per vederla crescere. Come ogni anno Alessio consegna alla figlia Anna un regalo lasciatole da Elisa. È il giorno del diciottesimo compleanno di Anna e da scartare le rimane l’ultimo regalo, ma un desiderio di ribellione e un senso di vuoto incolmabile la spingono a scappare. Si ritrova a vagare di notte in mezzo alla strada e una macchina, non vedendola, la investe. Al suo risveglio Anna si ritrova faccia a faccia con la madre che non ha mai incontrato. Ha così occasione di conoscere, e farsi conoscere a sua volta, in uno straordinario viaggio ricco di emozioni e speranza.

Mercoledì 26

CORPUS CHRISTI di Jan Komasa (Polonia, Francia, 2019)

Drammatico – 116 min

con Bartosz Bielenia, Aleksandra Konieczna, Eliza Rycembel

Corpus Christi è la storia di Daniel, un ventenne che vive una trasformazione spirituale mentre sconta la sua pena in un centro di detenzione. Daniel vorrebbe farsi prete ma questa possibilità gli è preclusa per la sua fedina penale. Uscendo dal centro di detenzione, gli è assegnato un lavoro presso un laboratorio di falegnameria in una piccola città, ma al suo arrivo, essendosi vestito da prete, viene scambiato per il parroco. La comparsa di questo giovane e carismatico predicatore diventa l’occasione per la comunità, scossa da una tragedia avvenuta qualche tempo prima, per cominciare a rimarginare le sue ferite.

Giovedì 27

L’ANNO CHE VERRA’ di Mehdi Idir, Grand Corps Malade (Francia, 2019)

Commedia, drammatico – 111 min

con Bakary Diombera, Adèle Galloy, Zita Hanrot

Samia, una giovane al primo importante impiego, arriva come consulente in una scuola della sua regione ritenuta da tutti "difficile". Qui, scopre i ricorrenti problemi di disciplina degli allievi, la realtà sociale del quartiere e le difficoltà, ma anche la vitalità e l'umorismo degli studenti e dei colleghi. La sua complicata situazione personale la avvicina sempre più a Yanis, studente insolente a cui vuole dare un futuro migliore. Premio del pubblico al France Odeon Festival.

Venerdì 28

EMA di Pablo Larraín (Cile, 2019)

Drammatico – 102 min

con Mariana di Girolamo, Gael García Bernal, Santiago Cabrera

Ema, giovane ballerina, decide di separarsi da Gastón dopo aver rinunciato a Polo, il figlio che avevano adottato ma che non sono stati in grado di crescere. Per le strade della città portuale di Valparaiso, la ragazza va alla ricerca disperata di storie d’amore che l’aiutino a superare il senso di colpa. Ma Ema ha anche un piano segreto per riprendersi tutto ciò che ha perduto.
Presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia 2019, il film è una delle anteprime più attese dell’anno.

Sabato 29

JOJO RABBIT di Taika Waititi (Germania, 2019) 

Commedia, Drammatico – 108 min

con Roman Griffin Davis, Taika Waititi, Scarlett Johansson

Jojo ha dieci anni e un amico immaginario dispotico: Adolf Hitler. Nazista fanatico, col padre 'al fronte' a boicottare il regime e madre a casa 'a fare quello che può' contro il regime, è integrato nella gioventù hitleriana. Jojo scopre che la madre nasconde in casa Elsa, una ragazzina ebrea che ama il disegno, le poesie di Rilke e il fidanzato partigiano. Nemici dichiarati, Elsa e Jojo sono costretti a convivere, lei per restare in vita, lui per proteggere sua madre che ama più di ogni altra cosa al mondo. Ma il 'condizionamento' del ragazzo svanirà progressivamente con l'amore e un'amicizia più forte dell'odio razziale.

Domenica 30

MAGARI di Ginevra Elkann (Italia, 2019)

Drammatico – 99 min

con Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Milo Roussel

Alma, Jean e Sebastiano, sono tre fratelli molto uniti, figli di genitori divorziati. I tre vivono a Parigi con la mamma e arrivano a Roma per far visita al padre Carlo, anticonformista, senza un soldo, incapace di prendersi cura dei propri figli. I tre, trascorreranno le vacanze di Natale al mare, insieme a Carlo e alla sua collaboratrice Benedetta, ma ben presto affioreranno contrasti di famiglia e ostilità. Carlo conferma di non essere un buon padre, sempre più inadeguato e irresponsabile, ma fortemente carismatico. La piccola Alma nonostante tutto non vuole perdere la fiducia e spera che un giorno "magari" la sua famiglia possa tornare a essere unita come una volta.

Lunedì 31

LA SCOMPARSA DI MIA MADRE di Beniamino Barrese (Italia, 2019)

Documentario – 94 min

con Benedetta Barzini, Beniamino Barrese

Modella e icona degli anni 60, Benedetta Barzini è stata la musa di artisti come Andy Warhol, Salvador Dalì, Irving Penn e Richard Avedon. Negli anni 70 abbraccia da militante la causa femminista, diventando scrittrice e docente acuta e controcorrente di Antropologia della moda, in eterna lotta con un sistema che per lei significa sfruttamento del femminile. A 75 anni, stanca dei ruoli e degli stereotipi in cui la vita ha cercato di costringerla, desidera lasciare tutto, per raggiungere un luogo lontano, dove scomparire. Turbato da questo progetto – radicale quanto indefinito – suo figlio Beniamino comincia a filmarla, determinato a tramandarne la memoria.

PROGRAMMA di LUGLIO 2020

Mercoledì 1

PARASITE d Bong Joon-ho (Corea del Sud, 2019)

Drammatico – 132 min

con Song Kang-ho, Sun-kyun Lee, Yeo-jeong Jo

I quattro membri della famiglia di Ki-taek sono molto uniti, ma anche molto disoccupati. La speranza di un’entrata regolare si accende quando il figlio, Ki-woo, viene raccomandato da un amico, studente in una prestigiosa università, per un lavoro ben pagato come insegnante privato. Con sulle spalle il peso delle aspettative di tutta la famiglia, Ki-woo si presenta al colloquio dai Park. Arrivato a casa del signor Park, proprietario di una multinazionale informatica, Ki-woo incontra la bella figlia Yeon-kyo. Ma dopo il primo incontro fra le due famiglie, una serie inarrestabile di disavventure e incidenti giace in agguato.

 

Giovedì 2

FAVOLACCE di Fratelli D’Innocenzo (Italia, 2020)

Drammatico – 98 min

con Elio Germano, Barbara Chichiarelli, Gabriel Montesi

C’era una volta una favola nera, ambientata nella provincia sud di Roma, tra la malinconica litoranea brutalmente costruita ed una campagna che è stata palude. Una piccola comunità di famiglie, i loro figli adolescenti, la scuola. Un mondo apparentemente normale dove silente cova il sadismo sottile dei padri, impercettibile ma inesorabile, la passività delle madri, l’indifferenza colpevole degli adulti. Ma soprattutto è la disperazione dei figli, diligenti e crudeli, incapaci di farsi ascoltare, che esplode in una rabbia sopita e scorre veloce verso la sconfitta di tutti. Orso d'Argento per la migliore sceneggiatura a Berlino 2020.

 

Venerdì 3

I MISERABILI di Ladj Ly (Francia, 2019)

Drammatico - 100 min

con Damien Bonnard, Alexis Manenti, Djibril Zonga

Miglior film francese dell’anno e Premio della Giuria a Cannes, I miserabili, acclamata opera prima del regista Ladj Ly. Girato esattamente dove Victor Hugo aveva ambientato il suo romanzo, a Montfermeil, nella periferia a un’ora dal cuore di Parigi si consuma un thriller dal ritmo avvincente e adrenalinico. Stéphane, insieme a due colleghi veterani di una squadra anticrimine, si trova a fronteggiare una guerra tra bande, membri di un ordine religioso, ragazzini in rivolta. Un semplice episodio di cronaca diventerà il pretesto per una deflagrante battaglia per il controllo del territorio, in un tutti contro tutti senza pietà.

 

Sabato 4

PICCOLE DONNE di Greta Gerwig (Stati Uniti, 2019)

Drammatico – 135 min

con Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh

La scrittrice e regista Greta Gerwig ha realizzato il film di Piccole Donne basandosi sia sul romanzo di Louisa May Alcott che sui suoi scritti, ripercorrendo avanti e indietro nel tempo la vita dell’alter ego dell’autrice, Jo March. Per la Gerwig, la tanto amata storia delle sorelle March – quattro giovani donne ognuna determinata a inseguire i propri sogni – è al tempo stesso intramontabile e attuale. Jo, Meg, Amy e Beth March, nel film sono interpretate da Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, ed Eliza Scanlen, con Timothee Chalamet nei panni del loro vicino Laurie, Laura Dern in quelli di Marmee, e Meryl Streep, zia March.

 

Domenica 5

FIGLI di Giuseppe Bonito (Italia, 2020)

Commedia – 97 min

con Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea

Sara (Paola Cortellesi) e Nicola (Valerio Mastandrea) sono sposati e innamorati. Hanno una bambina di 6 anni e una vita felice. L’arrivo del secondo figlio, però, scombina gli equilibri di tutta la famiglia svelando crepe nel loro rapporto e insoddisfazioni personali con risvolti tragicomici. Nonni stravaganti, amici sull’orlo di una crisi di nervi e improbabili baby sitter non saranno loro di aiuto. Tra l’istinto di scappare e la voglia di restare, Sara e Nicola riusciranno a resistere e a rimanere insieme?

 

Lunedì 6

MEMORIE DI UN ASSASSINO di Bong Joon-ho (Corea del Sud, 2003)

Thriller - 131 min

con Song Kang-ho, Sang-kyung Kim, Roe-ha Kim

Proprio come in Parasite, il regista Bong Joon-ho miscela perfettamente i registri comico e drammatico. In un piccolo villaggio, nel 1986, viene trovata una giovane donna brutalmente assassinata. Due mesi dopo, un crimine molto simile, attira l’attenzione dell’opinione pubblica. Lo spettro di un assassino seriale getta l’intera regione nel terrore. Due poliziotti locali, tanto brutali quanto impreparati, indagano con mezzi poco ortodossi sugli omicidi. Si unirà a loro un terzo detective, in arrivo da Seul. Penserà di poter risolvere il caso ma, fra errori e false piste, cadrà negli abissi di un’indagine senza apparente risoluzione.

 

Martedì 7

8 e 1/2 di Federico Fellini (Italia, 1963)

Drammatico – 138 min

con Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale, Sandra Milo

Al suo ottavo film e mezzo, Fellini realizza un potente autoritratto, privo di reticenze, specchiandosi in un regista sorpreso da un'improvvisa crisi creativa, invaso dalle visioni fantasmatiche del passato e in balia dei rimorsi derivanti dalla sua contraddittoria vita privata. "Per me è uno dei più grandi film mai realizzati. Perché va direttamente al cuore della creatività, la creatività nel cinema, che è circondato da infinite e fastidiose distrazioni e varietà di follia. E per il fatto che la storia di Guido diventa una sorta di storia di tutti noi, diventa viva, vibrante, va verso il sublime" (Martin Scorsese).

 

Mercoledì 8

SORRY WE MISSED YOU di Ken Loach (Gran Bretagna, Francia, Belgio, 2019) Drammatico – 100 min

con Kris Hitchen, Debbie Honeywood, Rhys Stone

Newcastle. Ricky e la sua famiglia combattono contro i debiti dopo il crack finanziario del 2008. Una nuova opportunità appare all’orizzonte grazie a un furgone nuovo che offre a Ricky la possibilità di lavorare come corriere per una ditta in franchise. Si tratta di un lavoro duro, ma quello della moglie come badante non è da meno. L’unità familiare è forte ma quando entrambi prendono strade diverse tutto sembra andare verso un inevitabile punto di rottura.

 

Giovedì 9

RICHARD JEWELL di Clint Eastwood (Stati Uniti, 2019)

Drammatico – 129 min

con Sam Rockwell, Kathy Bates, Jon Hamm, Olivia Wilde

“C’è una bomba al Centennial Park. Avete solo trenta minuti di tempo”. Il mondo viene così a conoscenza di Richard Jewell, la guardia di sicurezza che lancia l'allarme dell’attentato di Atlanta 1996. Il suo tempestivo intervento salva numerose vite, rendendolo un eroe. Ma in pochi giorni, Jewell diventa il primo indiziato dell’FBI. Diffamato da stampa e popolazione, assiste al crollo della sua vita. Grazie all’avvocato indipendente e contro il sistema Watson Bryant, Jewell difende con fermezza la sua innocenza. Ma Bryant si scontra con i poteri federali per scagionare il suo cliente, e tenta di impedirgli di fidarsi delle stesse persone che cercano di distruggerlo.

 

Venerdì 10

MATTHIAS E MAXIME di Xavier Dolan (Canada, 2019)

Drammatico – 119 min

con Xavier Dolan, Harris Dickinson, Anne Dorval

Maxime sta per abbandonare Montreal per trasferirsi il più lontano possibile: in Australia, dove conta di mantenersi facendo il cameriere in un bar. Il giovane uomo è circondato dagli amici di infanzia, un gruppo chiassoso e dissacrante che continua a volersi bene nel modo in cui lo fanno i bambini: giocando, ruzzolando, prendendosi a cazzotti. Intorno a lui non ci sono maschi adulti ma tante figure femminili, fra cui la madre alcolizzata e invelenita che lui conta di affidare a una guardiana in sua assenza dato che fino a quel momento, grazie alla latitanza di suo padre e suo fratello, è sempre stato il solo ad occuparsene.

 

Sabato 11

JOJO RABBIT di Taika Waititi (Germania, 2019)

Commedia, Drammatico – 108 min

con Roman Griffin Davis, Taika Waititi, Scarlett Johansson

Jojo ha dieci anni e un amico immaginario dispotico: Adolf Hitler. Nazista fanatico, col padre 'al fronte' a boicottare il regime e madre a casa 'a fare quello che può' contro il regime, è integrato nella gioventù hitleriana. Jojo scopre che la madre nasconde in casa Elsa, una ragazzina ebrea che ama il disegno, le poesie di Rilke e il fidanzato partigiano. Nemici dichiarati, Elsa e Jojo sono costretti a convivere, lei per restare in vita, lui per proteggere sua madre che ama più di ogni altra cosa al mondo. Ma il 'condizionamento' del ragazzo svanirà progressivamente con l'amore e un'amicizia più forte dell'odio razziale.

 

Domenica 12

LA DEA FORTUNA di Ferzan Ozpetek (Italia, 2019)

Commedia - 118 min

con Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Jasmine Trinca

Arturo (Stefano Accorsi) e Alessandro (Edoardo Leo) sono una coppia da più di quindici anni. Nonostante la passione e l’amore si siano trasformati in un affetto importante, la loro relazione è in crisi da tempo. L’improvviso arrivo nelle loro vite di due bambini lasciatigli in custodia per qualche giorno da Annamaria (Jasmine Trinca), la migliore amica di Alessandro, potrebbe però dare un’insperata svolta alla loro stanca routine. La soluzione sarà un gesto folle. Ma d’altronde l’amore è uno stato di piacevole follia.

 

Lunedì 13

A TAXI DRIVER di Hung Jan (Corea del Sud, 2017) Drammatico – 137 min

con Song Kang-ho, Thomas Kretschmann, Hae-jin Yoo

Anche se la mente corre a De Niro e Scorsese, questa non è la New York degli anni ‘70: siamo a Seoul nel 1980. Jang Hoon ci fa salire su un taxi e ci (ri)porta nel buio di Gwangju, dove sta per esplodere la grande rivolta popolare contro la dittatura di Chun Doo-hwan. Dieci giorni di lotta e di feroce repressione. Il 18 maggio 1980 rappresenta ancora una ferita aperta, nel cuore della Corea del Sud, e i dodici milioni di spettatori che hanno applaudito A Taxi Driver lo dimostrano. Un inno civile che parla il linguaggio del blockbuster, affidandosi – tra lacrime, risate, azione – al gigantesco Song Kang-ho: il pupillo di Bong Joon-ho.

 

Martedì 14

AMARCORD di Federico Fellini (Italia, Francia, 1973)

Commedia - 127 min

con Bruno Zanin, Pupella Maggio, Magali Noël

Esattamente vent’anni dopo avere raccontato la storia di una fuga dalla provincia in I vitelloni, l’autore ritorna in quel piccolo mondo, ricostruendo gli ambienti della sua adolescenza. La famiglia che vediamo rievocata nel film è quella dell’amico d’infanzia Titta Benzi e intorno a lui pullula un’umanità descritta con tinte sanguigne e linee grottesche (soprattutto i rappresentanti delle istituzioni, il clero e i gerarchi fascisti), con tenera sensualità (Gradisca) e un’ironia al tempo stesso affettuosa e graffiante. La vitalità delle figure che popolano il film (compresa l’emarginata ninfomane Volpina) cela una sotterranea, profonda malinconia.

Mercoledì 15

UN GIORNO DI PIOGGIA A NEW YORK di Woody Allen (Stati Uniti, 2019)

Commedia - 92 min

con Timothée Chalamet, Elle Fanning, Selena Gomez

Il film che segna il ritorno di Woody Allen nella sua Manhattan. Gatsby e Ashleigh hanno deciso di trascorrere un fine settimana a New York. Lui viene da New York e non vede l'ora di mostrare alla fidanzata la sua città natale e lo charme vintage dei suoi luoghi di predilezione. Lei viene da Tucson, Arizona, e si occupa del giornale della modesta università dove si sono incontrati. Élite urbana e provinciale, Gatsby e Ashleigh sono complementari e innamorati. Ma non basta, soprattutto a New York in un giorno di pioggia che rovescia acqua e destini.

 

Giovedì 16

GEORGETOWN di Christopher Waltz (Stati Uniti, 2019)

Drammatico - 99 min

con Christopher Waltz, Vanessa Redgrave, Annette Bening

Debutto alla regia per l'attore Christoph Waltz (Oscar per Bastardi senza Gloria e Django Unchained), è basato su un’incredibile storia vera, portata agli onori delle cronache dal New York Magazine, in un articolo di Franklin Foer uscito nel luglio 2012 e intitolato “The Worst marriage in Georgetown”. Ulrich Mott (Christoph Waltz) è un uomo influente, di grandi relazioni, conosciuto e amato da tutti a Washington. Quando la ricca moglie novantenne Elsa Breht (Vanessa Redgrave) viene trovata assassinata, le indagini riveleranno la sua vera natura.

 

Venerdì 17

CATTIVE ACQUE di Todd Haynes (Stati Uniti, 2019)

Drammatico - 126 min

con Mark Ruffalo, Anne Hathaway, Tim Robbins

Questa è la vera storia di Robert Bilott (Mark Ruffalo) l'avvocato ambientalista protagonista di una estenuante battaglia legale durata ben 19 anni contro il colosso chimico DuPont e di come, da uomo tenace e combattivo, ha rappresentato 70mila cittadini dell'Ohio e della Virginia, la cui acqua potabile era stata contaminata dallo sversamento incontrollato di PFOA (acido perfluorooctanico). Grazie ad uno studio tossicologico sulle vittime, Bilott riuscirà a dimostrare i rischi per la salute associati alla contaminazione delle acque e otterrà per loro un importante risarcimento.

 

Sabato 18

PINOCCHIO di Matteo Garrone (Italia, Gran Bretagna, Francia 2019)

Fantastico - 125 min

con Federico Ielapi, Roberto Benigni, Gigi Proietti

Fedele al testo di Collodi, il film ripercorre la storia di Pinocchio, sin dalla sua nascita per mano del falegname Geppetto (Roberto Benigni). Un tronco di legno che diventa marionetta e che acquisisce capacità umane, come un qualsiasi bambino in carne ed ossa. Nonostante il suo corpo sia duro come la quercia e la sua testa ancor di più, Geppetto si affeziona a lui come se fosse un bimbo vero, un suo figlio. Ma il burattino non è obbediente e studioso come il suo papà falegname sperava. Curioso, birichino e talvolta ingenuo, Pinocchio si ritroverà spesso nei guai, mettendo in pericolo anche lo stesso Geppetto...


Domenica 19

GLI ANNI PIU’ BELLI di Gabriele Muccino (Italia, 2020)

Commedia – 129 min

con Pierfrancesco Favino, Kim Rossi Stuart, Micaela Ramazzotti

La storia di quattro amici Giulio (Favino), Gemma (Ramazzotti), Paolo, (Rossi Stuart), Riccardo (Santamaria), raccontata nell’arco di quarant’anni, dal 1980 ad oggi, dall’adolescenza all’età adulta. Le loro speranze, le loro delusioni, i loro successi e fallimenti sono l’intreccio di una grande storia di amicizia e amore attraverso cui si raccontano anche l’Italia e gli italiani. Un grande affresco che racconta chi siamo, da dove veniamo e anche dove andranno e chi saranno i nostri figli. È il grande cerchio della vita che si ripete con le stesse dinamiche nonostante sullo sfondo scorrano anni e anche epoche differenti.

 

Lunedì 20

BURNING - L’AMORE BRUCIA di Lee Chang Dong (Corea del Sud, 2018)

Drammatico - 148 min

con Yoo Ah-in Ben, Steven Yeun Haemi, Jun Jong-seo

Jongsu, un giovane fattorino con aspirazioni letterarie, incontra Haemi facendo una consegna. I due iniziano a frequentarsi e la ragazza, prima di un viaggio in Africa, gli chiede di occuparsi del suo gatto. Jongsu accetta, ma quando Haemi ritorna non è più da sola: ha conosciuto Ben, tanto ricco quanto misterioso, e ora sta per conoscerlo anche lui… Un bruciante dramma dell’anima che osserva la sintassi del mistery-thriller, scavando dentro le inquietudini e le ombre di uno strano triangolo. Ieri e oggi, ricchezza e povertà, presenza e assenza, dovere e piacere: tutto è doppio, tutto può doppiamente ingannare gli occhi e il cuore.

 

Martedì 21
I VITELLONI di Federico Fellini (Italia, 1953)

Commedia - 104 min

con Alberto Sordi, Franco Fabrizi, Franco Interlenghi

Quattro trentenni di una città di mare vivono nell'eterna attesa di diventare adulti. Durante l'inverno, si trascinano fra il biliardo e il caffè, fra velleità letterarie, scherzi goliardici e facili avventure erotiche. Li segue con ammirazione il più giovane Moraldo. Secondo film (e mezzo) per Federico Fellini: un ritorno nostalgico e poetico in una Rimini inventata. Primo vero successo di Fellini, nelle prime copie del film i distributori non vollero figurasse il nome di Sordi, che a quell'epoca ritenevano fosse sgradito al pubblico. Fu invece trampolino per la sua fama futura.

 

Mercoledì 22

DOPO IL MATRIMONIO di Bart Freundlich (Stati Uniti, 2020)

Drammatico - 118 min

con Michelle Williams, Julienne Moore, Billy Crudup

Dopo il matrimonio è il racconto potente di un grande amore, quello che lega due donne ad uno stesso uomo, quello che ogni madre prova nei confronti della propria figlia. Un viaggio improvviso è destinato a cambiare le sorti di tutti i protagonisti della storia. Due donne e due mondi diversi a confronto, l’una manager newyorkese di successo, l’altra un’idealista alla ricerca di fondi per l’orfanotrofio di cui si occupa in India, un mistero da svelare che fa da filo conduttore.

 

Giovedì 23

VILLETTA CON OSPITI di Ivano De Matteo (Italia, 2020)

Drammatico - 88 min

con Marco Giallini, Michela Cescon, Massimiliano Gallo

Ventiquattr'ore per raccontare una splendida famiglia borghese e una ricca cittadina del nord Italia. Di giorno le nostre signore e i loro mariti ostentano pubblica virtù ai tavolini dei caffè. Poi, di notte, la commedia scivola nel noir ed esplode il lato oscuro della provincia in un susseguirsi di meschinità e violenze. I sette vizi capitali incarnati dai sette protagonisti si palesano ai nostri occhi quasi con innocenza. Nessuno è accusabile di nulla anche se, tutti insieme, si macchieranno del peggiore dei peccati.

 

Venerdì 24

LA BELLE ÉPOQUE di Nicolas Bedos (Francia, 2020)

Commedia - 110 min

con Daniel Auteuil, Guillaume Canet, Fanny Ardant

Victor è un uomo all’antica che odia il presente digitale. Quando un eccentrico imprenditore, grazie all’uso di scenografie cinematografiche, comparse e un po’ di trucchi di scena, gli propone di rivivere il giorno più bello della sua vita, Victor non ha dubbi. Sceglie di tornare al 16 maggio del 1974: il giorno in cui in un café di Lione ha incontrato la donna della sua vita, la bellissima Marianne. Una sceneggiatura da Oscar che vede protagonista un cast di stelle del cinema francese riunite in una commedia elegante e nostalgica.

 

Sabato 25

LA FAMOSA INVASIONE DEGLI ORSI IN SICILIA di Lorenzo Mattotti (Francia, Italia, 2020)

Animazione - 82 min

con le voci di Antonio Albanese, Toni Servillo, Antonio Albanese

Nel tentativo di ritrovare il figlio da tempo perduto e di sopravvivere ai rigori di un terribile inverno, Leonzio, il Grande Re degli orsi, decide di condurre il suo popolo dalle montagne fino alla pianura, dove vivono gli uomini. Grazie al suo esercito e all'aiuto di un mago, riuscirà a sconfiggere il malvagio Granduca e a trovare finalmente il figlio Tonio. Ben presto, però, Re Leonzio si renderà conto che gli orsi non sono fatti per vivere nella terra degli uomini.


Domenica 26

TORNARE di Cristina Comencini (Italia, 2020)

Thriller - 107 min

con Giovanna Mezzogiorno, Vincenzo Amato, Beatrice Grannò

Napoli, anni Novanta. Alice (Giovanna Mezzogiorno), 40 anni, rientra dall’America dopo una lunga assenza. È morto il padre. Alice si ferma nella casa di famiglia, disabitata: con la sorella (Barbara Ronchi) hanno deciso di venderla, e occorre svuotarla degli oggetti di una vita, di tante vite.
Ma, inaspettatamente, Alice scopre che la casa è abitata da una ragazza giovane e bellissima (Beatrice Grannò). Con lei inizia un dialogo intenso, come sembra promettente anche il legame che si crea con Marc (Vincenzo Amato), un uomo affascinante e gentile incontrato alla commemorazione del padre. Per Alice si schiude un mondo nuovo, intrigante e pericoloso, che apre squarci sul suo passato e sulla sua esistenza.

 

Lunedì 27

JUDY di Rupert Goold (Stati Uniti, 2019)

Drammatico, Biografico - 108 min

con Renée Zellweger, Jessie Buckley, Rufus Sewel

Il film racconta l’ultimo periodo della vita della grande attrice e cantante Judy Garland, sul finire di una carriera sfolgorante iniziata giovanissima con la Dorothy del Mago di Oz. Un mix di fama e successo, fra Oscar e Golden Globe, e poi la battaglia con il suo management, i rapporti con i musicisti, i fan, i suoi amori tormentati e il dramma familiare che la spinse a fare i bagagli e a trasferirsi a Londra. In quegli anni ci ha regalato alcune delle performance più iconiche della sua carriera. Renèe Zellweger premio Oscar come miglior attrice protagonista.

 

Martedì 28

IL MISTERO HENRI PICK di Remi Bezançon (Francia, Belgio, 2019)

Commedia, Giallo - 100 min

con Fabrice Luchini, Camille Cottin

Chi è Henri Pick? Molti risponderebbero che è l’autore di un romanzo eccezionale, scoperto per caso in una misteriosa biblioteca nel cuore della Bretagna e diventato in brevissimo tempo un bestseller. Ma Henri Pick in realtà è – anzi, era – un semplice pizzaiolo, scomparso due anni prima, e la vedova giura e spergiura di non averlo mai visto scrivere nulla più della lista della spesa. Qual è la verità? Sospettando un caso costruito a tavolino, il critico letterario Jean Michel Rouche (Fabrice Luchini, vincitore della Coppa Volpi per La Corte), affiancato da Joséphine Pick (la protagonista della serie Netflix Chiama il mio agente, Camille Cottin), figlia di Henri, inizia a indagare.

 

Mercoledì 29

MARIE CURIE di Marie Noelle (Polonia, Francia, Belgio, 2019)

Biografico - 95 min

con Karolina Gruszka, Arieh Worthalter, Charles Berling

Scienziata di fama mondiale e femminista ante litteram. Donna geniale e appassionata amante. Il film racconta gli anni più turbolenti di Marie Curie, tra il 1903, quando è a Stoccolma con il marito Pierre Curie per il premio Nobel assegnato loro per le ricerche sulla radioattività, e il 1911, quando riceve il secondo premio Nobel, per la chimica. Tra i due riconoscimenti, la tragica morte del marito e la relazione col fisico Langevin, che le varrà il giudizio scandalizzato del mondo scientifico. Sfidando il maschilismo dell’ambiente accademico, Marie Curie sancirà definitivamente il suo grandioso valore di donna e di scienziata.

 

Giovedì 30

L’HOTEL DEGLI AMORI SMARRITI di Christophe Honoré (Francia, 2019)

Biografico - 90 min

con Chiara Mastroianni, Vincent Lacoste, Benjamin Bolay

Dopo vent’anni di matrimonio, Richard scopre che Maria lo tradisce. Lei decide di lasciare il domicilio coniugale e di trasferirsi nell’hotel di fronte, dal quale avrà una vista privilegiata sul suo appartamento, su Richard e sul loro matrimonio. Nella stanza 212 Maria riceverà delle visite inattese dal suo passato, con le quali rivivrà i ricordi di amori sognati e perduti in una magica notte che le cambierà la vita. Premio per la migliore interpretazione per Chiara Mastroianni a Cannes - Un Certain Regard.

 

Venerdì 31

IL VEDOVO di Dino Risi (Italia, 1959)

Commedia - 100 min

con Alberto Sordi, Franca Valeri, Livio Lorenzon

Elvira è una ricca affarista milanese, fredda e cinica, Alberto è un parvenu, spiantato e senza alcun senso per gli affari. Il loro matrimonio è una farsa e si regge sulla disistima reciproca. Lui spera che lei sia morta in un incidente ferroviario, ma quando la realtà si presenterà differente, proverà a porvi rimedio aiutato dai suoi collaboratori più incapaci di lui, ma con risultati disastrosi. Il tono della commedia stempera la tragedia e se la storia sembra colorarsi di nero, puntando sul noir, è il grottesco che viene fuori in questa storia - magistralmente interpretata dagli attori, quest'anno centenari, Alberto Sordi e Franca Valeri.