VENERDì 26, SABATO 27 
ore 20.30 (Sala Lampertico)
DOMENICA 28 maggio
ore 18.00 (Sala Lampertico)

locandina la notte che mia madre ammazzo mio padre

Regia: Inés París Attori: Belén Rueda (Isabel Paris), Diego Peretti (Se stesso), Maria Pujalte (Susana), Fele Martínez (Carlos), Patricia Montero (Álex), Eduard Fernández (Ángel), Alejandra Yu Pastor Pedreros (Estrella), Claudia Nortes (Alba), Lucas Paris (Dylan), Jaime Linares, Lucrecia Cervelló, Andrés Poveda
Sceneggiatura: Inés París, Fernando Colomo – (collaborazione)
Fotografia: Néstor Calvo
Musiche: Arnau Bataller
Montaggio: Ángel H. Zoido (Ángel Hernández Zoido)
Scenografia: Laura Martínez
Costumi: Vicente Ruiz
Altri titoli: The Night My Mother Killed My Father
Produzione: LA NOCHE MOVIE, SANGAM FILMS, POST ENG PRODUCCIONES
Durata: 94'
Genere: COMMEDIA, NOIR
Nazione: SPAGNA - 2016

Trama

Una sera, Isabel organizza una cena informale per suo marito, scrittore di gialli, e la sua ex-moglie, regista, che vogliono convincere un famoso attore argentino a diventare il protagonista del loro prossimo film. Durante la cena, però, suona il campanello di casa: è l'ex di Isabel, accompagnato dalla sua nuova, giovane fiamma. La serata prende una piega inaspettata: sarà una cena che nessuno dimenticherà mai.

Critica

La commedia nera è una tradizione per gli spagnoli così come per gli inglesi. Inés Paris unisce le suggestioni del giallo alla Agatha Christie col più corrosivo humour iberico in un film racchiuso tutto in un luogo, una villa in campagna, dove convergono vari personaggi con i rispettivi ex, molti dei quali coinvolti nel mondo del cinema. Al centro della trama c'è la bella Isabel, un'attrice che non trova più ruoli per la sua età, anche se il suo secondo marito è un noto giallista e uno sceneggiatore. Un meccanismo a orologeria e un testo quasi teatrale per un piccolo film dal budget ridotto ma con un cast divertito e divertente, incentrato su una comicità di situazione molto fisica, premiato al festival di Malaga dal pubblico. Da vedere, ove possibile, in lingua originale, per apprezzare totalmente le performance del cast in una lingua che può essere dolce come il miele e tagliente come una lama.
Daniela Catelli, Comingoon.it, maggio 2017

Un film che potrebbe serenamente diventare pièce teatrale, questo 'La notte che mia madre ammazzò mio padre', travolgente commedia che ribadisce l'inarrivabile forza del cinema spagnolo nel masticare il genere. Scritta con pungente ironia, la pellicola ha il pregio di non prendersi mai sul serio, scaricando sui suoi strepitosi attori il compito di rendere credibile ciò che appare molto poco credibile ('ma questa sceneggiatura non ha senso', rimarca uno degli attori durante la serata nel commentare il film in cantiere).
Belén Rueda, bellissima 52enne vista in Mare Dentro e The Orphanage, indossa gli abiti di un'attrice stretta a tenaglia tra l'attuale marito sceneggiatore che proprio non riesce a vederla come talento recitativo e la passione per l'ex, padre del suo primo figlio, mentre Eduard Fernández, due volte vincitore di un Goya, è un trionfo di ansia e isterismo nel dover gestire una cena nata per scopi puramente professionali ma tramutatasi in un circo con delitto. Al loro fianco la trasformista María Pujalte, inizialmente algida per poi sciogliersi magnificamente dinanzi all'alcool, la gallina Patricia Montero e Diego Peretti, divo argentino chiamato ad interpretare se stesso.
Da subito visibilmente spregiudicata nel gestire i propri personaggi, Inés París gioca magistralmente con equivoci e colpi di scena, trasformando una crime story alla Agatha Cristie in un delirante vaudeville in cui realtà e finzione continuano a darsi il cambio, scatenando sincere risate. Peccato che svelato il 'mistero' dell'uccisione di uno dei sei commensali, più o meno a mezz'ora dalla fine, il perfetto ed oliato meccanismo si inceppi, perdendo lentamente quota, ma la pellicola procede spedita tra calcolate esagerazioni e gigioneggianti ma al tempo stesso gigantesche prove d'attore.
Tutti cavalcano una parte, con maschere pronte a cadere nel corso di una pazza serata in cui si disquisisce di sesso, amore, tradimenti e soprattutto Cinema, all'interno di un'opera che sfrutta i meccanismi della settima arte, tra scrittura e recitazione, per costruire un groviglio di follie gradevolmente portate in scena.
Federico Boni, Cineblog.it, martedì 2 maggio 2017

Da anni ormai, nel panorama cinematografico mondiale, le black comedy hanno raggiunto risultati straordinari e possono definirsi uno dei generi che maggiormente attira e diverte il pubblico: sta dilagando una comicità non più fondata sui soliti luoghi comuni, esplicita e banale, ma un modo di intrattenere piacevolmente gli spettatori che si dimostra più sottile e profondo.
Quello che viene apprezzato di più è sopratutto come questo tipo di film affronti temi importanti, spesso tabù, da un punto di vista totalmente scorretto e frizzante: è il caso della regista spagnola Inés París e del suo "La notte che mia madre ammazzò mio padre", una black comedy che può dirsi degna di questo nome. La narrazione è semplice ed è attraversata dal classico humor spagnolo che la rende fresca e scorrevole, integrandosi con un ragionato impianto di colpi di scena che riesce a dare ritmo e brio alla storia.
Il film è sicuramente piacevole e non si può fare a meno di sorridere di fronte a situazioni a dir poco folli che vedono protagonista una famiglia del tutto anticonvenzionale e qualche strano ospite durante un'unica e imprevedibile serata. Una comune cena si trasforma in una trama ben costruita e articolata, in alcun modo appesantita da un intreccio troppo aggrovigliato: tutto appare dominato da un assurdità che però rimane entro certi confini ed è proprio questa misura che da vita a un umorismo nero in grado di accontentare tutti.
La protagonista indiscussa di "La notte che mio padre ammazzò mia madre" è senza dubbio l'attrice Belén Rueda, raffinata e assolutamente esilarante: l'attrice ha realizzato un'ottima prova recitativa, lasciando con il fiato sospeso fino all'ultimo fotogramma. Interpreta con maestria una donna consapevole delle sue potenzialità che vuole dimostrare il suo valore, un connubio di raffinatezza ed esuberanza che le calzano alla perfezione.
Il cast è variegato ed esprime il suo talento mettendo in armonia tante caratteristiche diverse che hanno contribuito alla riuscita di una commedia molto particolare. Questa pellicola funziona perché unisce una sana leggerezza a una ricercatezza di dettagli ben studiati dalla regista: "La notte che mio madre ammazzò mio padre" ricorda un'opera teatrale, tutto è un grande palcoscenico in cui gli attori possono muoversi liberamente, costruendo man mano un racconto che oscilla fra il giallo e la pura comedy.
Ludovica Attenni, ecodelcinema.com, maggio 2017

Trailer


Altre informazioni

Fotografia: Néstor Calvo
Musiche: Arnau Bataller
Montaggio: Ángel H. Zoido (Ángel Hernández Zoido)
Scenografia: Laura Martínez
Costumi: Vicente Ruiz
Altri titoli: The Night My Mother Killed My Father
Produzione: LA NOCHE MOVIE, SANGAM FILMS, POST ENG PRODUCCIONES
Durata: 94'
Genere: COMMEDIA, NOIR
Nazione: SPAGNA - 2016

 

Nata nel 1962. Con una ampia esperienza come sceneggiatrice e regista sia di cinema che di televisione, ha realizzato lungometraggi e cortometraggi, di finzione e documentari e da svariati anni è a capo dei team creativi di serie tv. È stata insegnate presso la ECAM per più di cinque anni e ha seguito numerosi progetti di sceneggiatura sia spagnoli che latinoamericani nel Corso di Sceneggiatura Iberoamericana promosso dalla Tornasol Films. Per cinque anni è stata presidente di CIMA-Asociación de Mujeres Cineastas y de los Medios Audiovisuales (Associazione di Donne Cineaste e operanti nei Media Audiovisuali) e attualmente è la Direttrice Istituzionale dell’Audiovisivo della Fundación SGAE (la SIAE spagnola).
Filmografia parziale: “A mia madre piacciono le donne” (2002), commedia - “Semen. Una storia d’amore” (2005), commedia - “Miguel y William” (2007), commedia - La notte che mia madre ammazzò mio padre (2016), commedia

 

credits:

http://www.cinematografo.it

http://www.mymovies.it

http://www.movieplayer.it

Iscriviti se vuoi recevere le nostre newsletter e non perderti nessuna uscita !
Privacy e Termini di Utilizzo

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.